Elezioni Politiche, Teresa Sicoli: ad Amantea risultato eccezionale per il Movimento 5 Stelle

Non riesce a nascondere la felicità e l’entusiasmo Teresa Sicoli. Il giorno dopo l’ennesimo exploit targato 5 Stelle in Calabria è il tempo della gioia, della consapevolezza, ma anche dell’analisi lucida di quello che è stato e che sarà.

Il MoVimento 5 Stelle ha sfiorato il 30% a livello regionale, risultando per distacco la prima forza politica nella nostra regione. E ad Amantea è andata ancora meglio. Il partito di Giuseppe Conte si è attestato, infatti, attorno al 37% nel centro tirrenico (2.218 voti alla Camera e 2.274 al Senato), doppiando di fatto le altre liste elettorali (la più vicina è quella della trionfante Fratelli d’Italia, che ad Amantea si è “fermata” al 19%).

Alla luce di questi risultati positivi, e in parte inaspettati, abbiamo deciso di sentire Teresa Sicoli, candidata al Senato per i 5 Stelle, per capire che aria di tira dalle parti pentastellate e quali sono adesso le prospettive future del partito di Conte. Il già “avvocato del popolo” ha annunciato un’opposizione strenua e senza sconti al governo di destra che nascerà nelle prossime settimane. Resta da capire se sarà un’opposizione coordinata con il Partito Democratico o se si sceglierà di proseguire su strade diverse. Lo scopriremo con ogni probabilità dopo il congresso dei Dem, atteso per i primi mesi del 2023.

Di seguito vi riportiamo la nostra chiacchierata con Teresa Sicoli, con un focus sul boom grillino in Calabria e nel resto del Mezzogiorno.

Teresa, un primo commento a caldo su queste elezioni. Solo un mese fa il Movimento sembrava destinato a diventare una forza marginale nello scacchiere politico locale e nazionale. Oggi, invece, siete per distacco il primo partito della regione…

Ebbene sì, siamo il primo partito della Calabria con il 29,46%. Posso affermare che nonostante ci davano per morti non abbiamo mai avuto tentennamenti e abbiamo lavorato da subito a testa bassa. Io stessa sono testimone, in campagna elettorale, di testimonianze di fiducia della gente di Calabria. Mi sono sentita dire spesso che volevano essere rappresentati da persone oneste come noi e che si rivedevano nel presidente. Noi del Movimento abbiamo trasmesso con cuore e coraggio la nostra stessa polare: il programma. Ci hanno premiato e non li deluderemo. Faremo una opposizione costruttiva e intransigente. Grazie di cuore a tutti i calabresi.

Uno dei risultati più eclatanti di questa tornata elettorale è la vittoria di Anna Laura Orrico nel collegio Cosenza/Tirreno, che ricomprende anche Amantea. Come valuti questo risultato e in generale cosa significa per te vedere il Movimento come primo partito ad Amantea, con una percentuale di voti (37%) persino più alta del livello regionale?

Sono felice del risultato di Anna Laura Orrico. Non era così scontato passare e mettere al tappeto l’avversario che aveva dietro le spalle una famiglia che vive di politica da generazioni. Amantea è stata eccezionale e questo risultato lo sento anche mio perché mi è stato testimoniato in tutti i modi da molti miei concittadini. Sono orgogliosa ancora di più adesso di continuare a difendere e a portare avanti la mia Amantea tutta e non finirò mai di ringraziarli abbastanza per la fiducia che mi hanno accordato. Grazie amanteani!

Perché, secondo te, il Movimento è riuscito a tenere botta in regioni come la Calabria, la Sicilia e la Campania. Merito solo della difesa strenua del reddito di cittadinanza o ritieni ci siano stati altri fattori che hanno portato a questo risultato?

Questa percentuale alta non può essere solo merito del reddito di cittadinanza. Bisogna saper dosare quelle che sono le vere motivazioni che muovono tutto il Sud, Calabria compresa. Il Sud chiede da anni di essere ascoltato e di volere opportunità e non assistenzialismo.

Noi del Movimento abbiamo dimostrato con i fatti e con decreti importanti di stare vicino agli ultimi e di creare indotti di lavoro sia per le imprese che per i cittadini. Esempio su tutti il SuperBonus 110% che anche al Sud ha dato una svolta importante e molte famiglie finalmente che vivevano di lavoro nel settore edilizio sono tornate a vivere con dignità. Potrei fare altri esempi ma è sotto gli occhi di tutti che il Sud e la Calabria hanno lo stesso mood del nostro presidente Conte e che credono moltissimo nel nostro programma.

Nonostante l’ottimo risultato del Movimento non sei riuscita ad entrare in Parlamento. Che esperienza è stata per te, a livello personale, questa campagna elettorale e quali sono i tuoi prossimi obiettivi come attivista del Movimento?

Essere entrata nel listino è stato per me un onore. Essere candidata al senato della Repubblica mi ha reso felice per l’enorme prestigio della carica istituzionale. Sono stata cosciente da subito della mia posizione che avrebbe avuto poche possibilità, ma questo non mi ha impedito di fare una campagna elettorale degna del movimento e di un lavoro di squadra.

Non ho mai messo me stessa al primo posto, anzi ho lavorato per tutti e anche per i nostri capilista: il dottore De Raho e il dottore Scarpinato. Il mio attivismo decennale mi ha forgiato nel compiere sempre sforzi per il gruppo, per le nostre battaglie e per il principio che ci guida che nessuno deve rimanere indietro. Continuerò il mio attivismo cercando sempre la strada dell’onestà, della partecipazione, della condivisione, della solidarietà e della sostenibilità. Le nostre 5 stelle. La strada è questa e non la cambio.

giuseppe

Altri articoli interessanti per te...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *