Giovani e impresa: le proposte di Yes I Start Up

Il connubio tra giovani e lavoro viene spesso associato ad un immaginario negativo, soprattutto nelle regioni del sud. Giovani preparati e volenterosi costretti a lasciare la terra d’origine per seguire i propri sogni o sfuggire a condizioni di contesto improduttive.

Per contrastare questo scenario ed offrire invece opportunità di crescita e sviluppo l’Ente Nazionale per il Microcredito propone la misura Yes I Start Up.

Martedì 22 novembre alle ore 17:30 presso il Teatro Comunale di Aiello Calabro si terrà un incontro nell’ambito della misura regionale Yes I Start Up Calabria, a cui prenderanno parte il sindaco Luca Lepore, Antonello Rispoli dell’Ente Nazionale per il Microcredito, Annarita Lazzarini per la Regione Calabria, Francesco Iacucci Vice Presidente del Consiglio regionale e il giornalista Eduardo Muraca.

Misure per l’avvio di attività d’impresa

Secondo il recente rapporto “NEET tra disuguaglianze e divari. Alla ricerca di nuove politiche pubbliche” realizzato da ActionAid e CGIL, nel Sud Italia c’è la più alta presenza di giovani che non studiano, non lavorano e non si formano. 

Sono i cosiddetti NEET, compresi in un fascia d’età tra i 15 e i 34, a cui la misura Yes I Start Up si rivolge, proponendo servizi di accompagnamento per l’avvio di attività di lavoro autonomo o d’impresa. Un’occasione per inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro da protagonisti.

Due le fasi principali in cui si articola la misura, nella declinazione regionale che sarà presentata ad Aiello Calabro: una formazione di base della durata complessiva di 60 ore, suddivisa in moduli erogati in aula o in FAD e poi una vera e propria assistenza tecnico-specialistica personalizzata della durata di 20 ore. 

mariacg

Altri articoli interessanti per te...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *