Ad alta voce. Storie, percorsi e testimonianze.

In occasione della giornata internazionale dell’eliminazione della violenza contro le donne, il Rotary Club Amantea organizza un incontro pubblico di sensibilizzazione sul tema.

L’appuntamento, previsto per il 26 novembre prossimo alle ore 17, presso il Mediterraneo Palace Hotel, coinvolge diverse realtà territoriali, dai club service di zona al polo scolastico, dall’amministrazione comunale all’ordine degli avvocati.

La lotta alla violenza maschile su donne e minori attraverso il coinvolgimento di più livelli istituzionali, dell’associazionismo e del terzo settore è da tempo una priorità del Rotary Club Amantea.

Da qui la duplice finalità dell’incontro: da un lato accendere un faro su un fenomeno ancora troppo diffuso, dall’altro sottoscrivere un protocollo d’intesa per azioni concrete e condivise. L’intervento messo in atto infatti è finalizzato ad uscire da una logica solo progettuale a vantaggio della costruzione stabile di una rete capillare sul territorio per offrire a tutte le vittime opportunità di inclusione e di empowerment.

Il programma del pomeriggio

È necessario educare: educare al rispetto, educare alla parità, educare all’idea che mai la forza può costituire uno strumento di dialogo. Le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sono state prese da guida per questo appuntamento che si configura come un vero e proprio momento di dibattito e di riflessione plurale. 

Saranno presenti infatti rappresentanti dei diversi club service territoriali: Anna Lorelli per il Rotary Amantea, Angelo Turco per il Rotaract, Marianna Volpe per il Club Lions e Gabriella De Simone per l’Inner Wheel.

Ma anche rappresentanti delle istituzioni, come Vincenzo Pellegrino e Caterina Policicchio per l’amministrazione comunale di Amantea, il presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati di Paola Mario Pace e il presidente della camera penale di Paola Massimo Zicarelli.

A dare voce alle vittime, che in varie forme si trovano a fare i conti con l’aggressività e la prepotenza maschile, ci sarà Vincenzo Chindamo, fratello di Maria, giovane imprenditrice scomparsa nel 2016 davanti alla sua azienda agricola di Limbadi, accompagnato dalla scrittrice Daniela Grandinetti.

Un elemento fondamentale dell’incontro sarà la partecipazione degli studenti e delle studentesse del polo scolastico di Amantea, con la dirigente Angela De Carlo.

A moderare la serata Olinda Suriano delegata della commissione per la giornata internazionale dell’eliminazione della violenza contro le donne

A Maria Francesca Pulice infine è stato affidato il compito di interpretare Tina Lagostena Bassi, tra le principali e più agguerrite avvocate per la difesa dei diritti delle donne, soprattutto vittime di stupro.

mariacg

Altri articoli interessanti per te...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *