Governare insieme: riflessioni per amministratori locali e cittadini

Appuntamento con la cultura, domenica 4 dicembre, nella sala consiliare del Comune di Lago.

Un approfondimento e uno spazio di confronto rivolto a chi si occupa di politica ma non solo. 

Il nodo intorno a cui si dipanerà il dibattito è l’ultimo lavoro di Francesco Lo Giudice, il libro dal titolo “Governare insieme”, pubblicato da Apollo Edizioni, nato sulla scia di un esperimento e di una rubrica che ha coinvolto amministratori locali ma anche esponenti di primo piano della vita istituzionale nazionale.

Amministratori intorno al tavolo per strategie comuni

Ad introdurre i lavori sarà Alessandro Cherubini, presidente del Consiglio comunale di Lago, che farà da apripista per la relazione di Lo Giudice, ricercatore e già sindaco di Bisignano. 

Questa duplice veste ha permesso all’autore di avere una visione privilegiata sulle tematiche dello sviluppo locale e della gestione degli enti locali. Da qui la voglia di raccogliere e raccontare le difficoltà che incontrano gli amministratori ma soprattutto la vitalità che esiste per pensare e proporre strategie innovative e di valorizzazione delle risorse.

Ad animare lo scambio di vedute e di esperienze legate all’amministrazione locale, contribuiranno il sindaco Enzo Scanga, il sindaco di Amantea Vincenzo Pellegrino, la consigliera Ilaria De Pascale. 

Il buon governo non è fatto però solo di politici, ma si costruisce attraverso la collaborazione e la partecipazione di tutte le forze di una comunità. Al tavolo saranno quindi presenti anche la presidente della Pro loco Elvira Sacco, il vicepresidente Avis Giuseppe Muto e Michele Ruperto di Calabria Gourmet.

Una pluralità di voci che mette in luce il tratto fondamentale del lavoro di Lo Giudice, cioè la necessità di fare squadra per fare fronte comune rispetto agli ostacoli di varia natura che si pongono sul cammino delle comunità e per avviare processi di sviluppo economico, sociale e civile. La strada secondo l’autore è una strategia volta ad aumentare la coesione istituzione, sociale, culturale tra il nord e il sud del Paese, tra i Comuni italiani e tra i Comuni e le imprese, le università e le associazioni.

mariacg

Altri articoli interessanti per te...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *